L’essenziale…

L’essenziale…

L’essenziale è la cosa a cui do maggior importanza tralasciando i dettagli quasi sempre,i fronzoli banali, le interferenze esterne, la contingenza, le facciate, i travestimenti; guardarmi dentro  è come guardare in una sfera di cristallo, senza bisogno di magia. E chi lo fa vede le  loro potenzialità, il loro futuro in un rapporto con me. Non mi presto a pettegolezzi, non  mi va  il parlare tanto per parlare, preferisco stare zitta, mi allontano, preferisco stare sola. Mi attraggono le persone di profonda natura, coloro che sono sempre alla ricerca di scoprirsi veramente nella loro interezza umana e spirituale, mi piace unire le forze alla ricerca del miracolo di una grande  completezza e  avviene, non sempre,ma quando succede è per sempre.

 


Annunci
Pubblicato in considerazioni | Contrassegnato | Lascia un commento

Il profumo dell’amore…

L’amore di per sè non ha dimensione, siamo noi che gliela diamo secondo quanto vogliamo amare .Per questo c’è posto per un libro letto, per un film visto ieri o molti anni fa.  Trova spazio uno sguardo speciale, incrociato in un locale, un sorriso desiderato, un bacio di un amico incontrato per caso che mi ha regalato la sua gioia per quell’incontro. C’è posto per  un amore passato, uno immaginato, uno che magari verrà. E poi un viaggio,un luogo speciale, un sogno indimenticabile,perfetto.  C’è posto per un ricordo unico, una visione …un giardino di mille colori e profumi…il profumo dell’amore!

Pubblicato in considerazioni | Contrassegnato | Lascia un commento

Coming to me…

Tu sei nel profumo dei gelsomini, nella bellezza dei narcisi, nelle sfumature delicate degli iris, nella passione delle rose. Tu sei nello splendore di quel raggio di sole, che mi sveglia la mattina, con un bacio!

 

 

Pubblicato in poesia | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

La luna nel secchio…

 

Vai col vuoto tra le mani, poiché questo è tutto.

Questo è il mio dono.

Se riesci a portare il vuoto tra le tue mani, allora ogni cosa diventa possibile.

Non portarti dietro i tuoi pensieri, la tua conoscenza, non portarti dietro niente di ciò che riempie il secchio, e che non è altro che acqua, perché altrimenti guarderai sempre e solo il riflesso, e nient’altro.

Nella ricchezza, nei beni materiali, nella casa, nell’automobile, nel prestigio, tu non vedrai che il riflesso della luna piena nell’acqua del secchio, mentre la luna vera è lì, in alto, che ti aspetta da sempre.

Lascia cadere il secchio, così che l’acqua sfugga via, e con essa la luna.

Solo questo ti permetterà di alzare lo sguardo e vedere la vera luna nel cielo, ma prima devi avere conosciuto il sapore del vuoto, devi lasciar cadere il secchio della tua mente, dei tuoi pensieri: non più acqua, né luna.

Osho

Citazione | Pubblicato il di | Contrassegnato | Lascia un commento

L’Amore dell’Amore…

                                                      L’Amore dell’Amore

Non ho più in me
l’amore dell’amore,
ma ti amo ancora
come se tu fossi l’amore.
Non siamo diventati un po’ più vecchi
entrambi da vedere i nostri
occhi parlare insieme, guidarci
anche noi, a parlare
d’amore? Io ricordo bene, ricordo,
che tu eri per me l’amore
dell’amore. Contro il cielo
incarnavi il sole. Io vedevo
l’amore dell’amore.
Oh, se fossimo qui, adesso, anche
noi due di una volta, a
guardarci in silenzio. Tu
diresti che nulla è perduto,
ma l’amore dell’amore, che
nel cuore dell’uomo si conserva,
sparisce quando il gelo arriva,
si trasporta gelato e triste
per un po’, e trapassa. Oh,
l’amore dell’amore, che nel
cuore si conserva, che guarda
come un bambino, che ride.

Rosita Copioli

 

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

Quando il cinico non ha torto del tutto…

Il Dizionario del Diavolo” ,irriverente e cinico vocabolario ,è scritto da Ambrose Bierce, giornalista e scrittore statunitense.  Il titolo originale(1906) “The Cynic’s Word Book”, ossia Il vocabolario del cinico, fu rinominato nel 1911 “The Devil’s Dictionary.”
Con le definizioni e gli aforismi  l’autore evidenzia i difetti e l’ipocrisia della società statunitense della fine del XIX secolo, verso la religione la politica e la morale del tempo.

Adorazione: venerare aspettandosi qualcosa in cambio.

Pace: nel diritto internazionale si definisce così un periodo di inganni reciproci compreso fra due fasi di combattimento aperto

Amicizia: Una nave abbastanza grande per portare due persone quando si naviga in buone acque, ma riservata a una sola quando le acque si fanno difficili.

Illusione: La madre di una rispettabilissima famiglia che comprende Entusiasmo, Affetto, Abnegazione, Fede, Speranza, Carità e tanti altri bei figli e figlie.

Volubilità: La reiterata sazietà di un affetto incostante.

Presente
: Quella parte dell’eternità che separa il regno della delusione da quella della speranza.

Fanciullezza: Periodo di transizione nella vita umana che sta tra l’idiozia dell’infanzia e la follia della giovinezza, a due passi dalle colpe della maturità e a tre dai rimorsi della vecchiaia.

Referendum: legge per sottoporre una proposta di legge al voto del popolo in modo da conoscere il nonsenso dell’opinione pubblica.

Il tornaconto è il padre di tutte le virtù.

Le donne sarebbero più affascinanti se si potesse cadere fra le loro braccia senza cadere nelle loro mani.

Citazione | Pubblicato il di | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

In un niente la loro felicità… non togliamogliela!

 

 Questi tre meravigliosi bambini mi hanno incantata, belli, felici  di giocare con niente.  La felicità di questi bimbi è in quel giocare nell’acqua,  specchiare  nella sua limpidezza i loro altrettanto  limpidi occhi, arrampicarsi e fare le acrobazie su i rami bassi, alla loro portata di bimbi. La felicità di questi bambini è la libertà di cui godono, lontano dagli occhi dei grandi, non soltanto vigili, ma spesso limitativi dei genitori, nella natura incontaminata del luogo.La felicità di questi bambini è l’incoscienza del domani, che , per loro, non è altro che tempo, la felicità è nel godere la famiglia la sera, nella quiete del villaggio, dove la vita di oggi è quella di ieri e di ieri l’altro e di quelli che si perdono nel tempo. Il loro piccolo  mondo combacia col mondo dei grandi in un angolo di  Africa dove non è ancora arrivato il diavolo. E non sanno che questo mostro, al quale il loro credo animista porta rispetto ,ha spesso il volto di uomini come tanti. E se  e quando arriveranno i diavoli ribelli , pagati dall’avidità delle multinazionali a massacrare e spingere via gli abitanti dalla loro terra, il loro  piccolo mondo di felicità sarà spazzato via. E allora i tre piccoli , meravigliosi bimbi, spegneranno il loro sorriso e si incammineranno in fila indiana alla ricerca di un altro habitat, come vedevano fare ai grandi branchi di animali, anche loro alla ricerca dell’acqua.   E su questa immensa distesa di acqua troveranno un gommone, sul quale, abbracciati andranno verso un domani, che è solo un foglio bianco sul quale scrivere i giorni di un tempo ignoto.

Pubblicato in considerazioni | Contrassegnato , , , | Lascia un commento